Se è il brand heritage a ispirare il prodotto

Non tutti i marchi possono vantare una brand heritage (concetto traducibile come eredità del marchio), che si sedimenta su uno o più prodotti della gamma, dando loro prestigio e importanza. La brand heritage si coltiva attraverso una storia aziendale lunga e coerente, nella quale il consumatore intraveda i valori e le tradizioni della marca, che dunque viene percepita con un reputazione e una personalità ben definita. Il marchio Poltrona Frau, tra quelli del made in Italy, può contare su una brand heritage nutrita dalla longevità, dal rispetto dei valori fondanti e dai prestigiosi traguardi raggiunti.

Fondata nel 1912, l’azienda si focalizza soprattutto sul design degli arredi e in special modo delle poltrone, ma già negli Anni Trenta è chiamata a misurarsi con commesse davvero prestigiose e difficili da soddisfare tecnicamente. Nel 1930, ad esempio, l’azienda inizia ad allestire gli arredi per il transatlantico Rex, lavorando a fianco delle siciliane officine Ducrot. Oltre a solcare i mari con una delle navi più in vista della marineria italiana, Poltrona Frau ottiene una commessa che riempie ancora oggi di orgoglio, quella relativa all’arredamento del Parlamento Italiano. Seguono, negli anni, gli arredi per la sede della Banca d’Italia e per l’Auditorium Parco della Musica di Roma, progettato da Renzo Piano.

Anche il mondo dell’automobile è in vena di ricercatezza, tanto che gli interni Poltrona Frau diventano un tratto distintivo della Lancia Thema e di altri modelli dalla storica casa automobilistica di Chivasso. Ed è dal mondo dell’automobile che deriva l’ispirazione per uno dei prodotti più belli della gamma odierna, il divano Gran Torino. Il nome è un chiaro omaggio alla Ford che ha dato il titolo a uno dei più bei film di Clint Eastwood, modello che a sua volta voleva celebrare l’industria automobilistica torinese (che nel 1970 era al vertice).

Il divano Gran Torino sembra ispirarsi alla selleria Anni Settanta della vettura. Disegnato da Jean-Marie Massaud, mostra orgogliosamente il cuoio sagomato di cui è costituito. Elementi che saltano all’occhio sono i piedi in alluminio e soprattutto un ampio cassone – bracciolo che caratterizza il fianco sinistro. La struttura interna del divano Gran Torino è tubolare metallica, mentre i grandi cuscini sono rivestiti in piuma d’oca. Non è l’ultima novità di Poltrona Frau, perché datato 2013, eppure questo divano sembra concentrare in sé quei driver che hanno sempre contraddistinto il marchio, come l’eleganza, la qualità dei materiali, il prestigio e un tocco di creatività tipicamente made in Italy.